Deliri estivi

Jan Sterling scrive:

Esimia dottoressa del Cueuro,

ierieri ero ferma sui viali della Culla del Rinascimento, nonché capitale dell’Umanesimo, dato che scemavano dallo stadio Artemio Franchi frotte di giovani esimi studiosi del giuoco del pallone, festosi per la venuta della nuova luce dell’attacco viola, Mario Gomez. Ovviamente mi sono giovato ampiamente della presenza dei gagliardi centauri festanti che avrei volentieri bitumato con l’asfalto sottostante e ciò mi ha suscitato un pensiero.

Visto che la Sua (di Lei dottoressa, non di Gomez e nemmeno dell’asfalto) cultura a tutto Tonno sia Insuperabile, vorrei sapere cosa vaticina (ebbene sì, “VATICINA”) sul futuro del giovane ribaldo teutonico.

Riuscirà egli a conquistare i cueuri dei tifosi? Verrà egli ricordato accanto a giganti del calibro di Sua Maestà Gabriel Omar Batistuta o insieme a deprecabili bidoni come Nuño Gomes (l’imperituro Pippero della curva Fiesole) o portatori di sfiga cosmica come Kancheskys (posto che si scriva così)? Dove finirà Jovetic? Abbiamo altro a cui pensare?

Discretamente sua
Jan Sterling

Mario-Gomez580~10

La dottoressa vaticina:

Esimia utenta,

Scrutai a lungo i residui di gadget di plastica lasciati dai tifosi in delirio (è proprio il caso di dirlo) dopo che ebbero lasciato lo stadio. Ciò che io previsi fu che al giovane Mario basterà soggiornare brevemente in Firenze per scordarsi come si gioca a pallone, come già molti soggetti prima di lui (oltre alle cime che Lei nomina vorrei ricordare anche il mitico Marcio).
Ed ecco, il miracolo che si ripete ogni anno.. parti con un bomber mondiale e ti ritrovi con un balenottero spiaggiato che ti farà fare un’ottima figura ai campionati mondiali di imbambolamento.

E poi, non è nemmeno bello.

Annunci

4 pensieri su “Deliri estivi

  1. La frase finale non significa che egli non possa, secondo i criteri soggettivi di ognuno, essere considerato bello, ma scaturisce istintualmente dalla delusione della dottoressa per il fatto che uno con un nome così non sia almeno un po’ scurino di pelle.

    • In ogni caso, se non ricordo male, la vecchia posta del cueuro ricordava che

      “Non è bello ciò che bello, figuriamoci ciò che è brutto”.

  2. Interessante anche il link al sito personale del bel tomo, dove dice, se ho capito bene, che apprezza vivamente gli acquerelli del periodo viennese dello Strüdel.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...