Emma Goldman

Un forte scudo contro la volgarità della gelosia, è capire che uomo e donna non sono un unico corpo e spirito. Sono due esseri umani di carattere, sentimenti ed emozioni diverse. Ognuno rappresenta un microcosmo in sé, assorto nei propri pensieri e nelle proprie idee.  È splendido e poetico se questi due mondi si incontrano nella libertà e nell’uguaglianza; anche se questo dura solo per un breve periodo, ne vale comunque la pena. Nel momento però in cui i due mondi sono messi insieme a forza, tutta la bellezza e la fragranza spariscono, lasciando soltanto foglie secche. Chiunque afferri questa verità, considererà la gelosia indegna di sé, e non permetterà che gli stia sospesa come una spada di Damocle.

Annunci

Real love in real life

Charlie scrive:

Cara dottoressa,
Nell’ultimo anno mi sono innamorata (nell’ ordine) di:
-un ragazzo che si trova a 16000 km da me
-un regista canadese gay di cui mi è piaciuto molto un suo film
-un hacker che si nasconde, di cui leggo il blog

Secondo lei che problema ho con la realtà?

Buona estate

La dottoressie risponde:

Eroica utente,

Lei non ha nessun problema con la realtà. Se ci fa caso, gli oggetti del suo desiderio, sebbene variamente ubicati, sono tutti effettivamente esistenti. A me sembrano tutte ottime scelte, i registi gay sono una categoria nata appositamente per farci sospirare, le persone che vivono a migliaia di km sono ottimi partner perché difficilmente faranno qualcosa che ci disturba, e le persone che si nascondono fanno un carinissimo effetto Robin Hood.

Personalmente sono una sostenitrice delle storie in cui non si incontra mai il soggetto amato, sono spesso le migliori, e quindi la invito a coltivare queste sue passioni, ma anche a non fermarsi qui e a innamorarsi con frequenza di uomini, donne, oggetti reali o inventati, senza porre freni al proprio e altrui giovamento.

images

Mangime, astrologia ed eurotismo

Cari amici del cueuro,

Oggi in via del tutto eccezionale la posta del cueuro vi tratta come segni zodiacali, e vi propone qua alcuni consigli astrali per i vostri momenti diversivi, allo scopo di aiutarvi a superare un mese avaro di gioie e ricco di nebbia, di batteri che puntano sulle vostre difese abbassate, di lunedì uno più triste dell’altro e di bolli da pagare.

Quando l’ameuro da solo non basta a superare la consunzione di animo e di corpo, la saggezza astrale ci consiglia di utilizzare cibo a palate. Ecco segno per segno gli alimenti consigliati per i vostri giochetti erotici:

Ariete: patatine fritte
Toro: panna montata (classico)
Gemelli: gomma americana e noccioline
Cancro: bovini*
Leone: la calza della Befana
Svergine: Nutella (è anche l’assenza di pane che ti costringe a usare la Nutella sul primo corpo che trovi)
Bilancia: cortisone
Scorpione: all you can eat
Sagittario prima e seconda decade: crema pasticcera con pinoli
Sagittario terza decade: peperoncino
Capricorno: latte materno
Acquario: Stroopwafel
Pesci: soffrittino di aglio e prezzemolo (evitare l’aglio crudo in quanto nemico dell’amuero)

*nel linguaggio tecnico del bibliotecari la parola “bovini” è utilizzata per indicare gli ovini Kinder
IMG_6375

e buon pasteggio a tutti!

Nell’immagine: cueuro e polverina bianca, un abbinamento che ognuno può declinare secondo la propria fantasia.

(in collaborazione con l’Oroscopo di Letizia Galganzy)

C’è futeuro per l’ameuro?

Mario Lepèno scrive:

Gentile dottssa,

che succede mai? I disegni di forze politiche complottano contro l’euro: che questo si traduca con la fine di cueuro ed ameuro? È possibile amare in altri conii, altri Stati, altri volghi? E l’impareggiabile dottssa, come si prepara a un domani burrascoso e difficile da intravedere? Certo possiede una portentosa exit straggy, o è destinata a lasciare il passo a qualche cardiomante che attende nell’ombra il suo momento ribaltabile?

Troppi interrogativi si affastellano, sia mai che fuori dalla moneta dei diciotto si possa ameure con rinnovato piglio…
Altro non dirò, ché il fiato è assente / pel terror che vada via la consulente.

 La dotttsssa risponde:

Delizioso utente dal preoccupante nome,

Trovo le sue paure poco giustificate, personalmente non credo che ci avviciniamo al tramonto dell’Eura (l’era dell’euro e dell’ameuro), ma se anche fosse, siamo pronti a conoscere nuovi mondi e nuovi modi di congiungerci con nuovi oggetti del desideuro nel mare dell’AM3.0 (ex ameuro, ex amore, lo chiamo così non conoscendone ancora il nome) che verrà.

Guardi che Lei (e tutto il volgo qui dinanzi) non ha a che fare con una dotteuressa improvvisata, ma con un’entità inumana ricca di sapienza altamente atavica, nonché misteriosi titoli di studio e anni di specializzazione condotti attraverso pericolosi esperimenti su me stessa e su altri esseri umani (talvolta consenzienti). Nella mia gloriosa carriera ho fronteggiato avversità di ogni tipo (ricordo con particolare fastidio l’invasione di adolescenti sulla Posta del Cueuro 1), poi sto arruolando dei collaboratori aggressivi/logorroici da poter lanciare contro i nemici in caso di attacco… non ho niente da temere del futuro!

L’unica cosa che potrebbe eventualmente lasciarmi disoccupata sarebbe la risoluzione in contemporanea di tutti gli Affari di Cueuro nel mondo, ma ora come ora non la vedo un’eventualità tanto plausibile… In ogni caso invito cortesemente il volgo a mantenere complicate le loro vite, in modo che io possa elevarmi in studi sempre più esaustivi.

Ameuro in mancanza di cueuro

Fra_fra_fra scrive:

Doctoresse,

Vorrei chiedere il Suo consiglio intersiderale a proposito di un fatto che scuote il mio cueuro di carciofo (coeur d’artichaut).

Mi sono innamorata dell’amministratore delegato, ma tutti lo odiano perché non ha un cueuro.

Grazie del consiglio e al rivedere ! (au revoir)

melottienricaRenzo  legge il giornale

La dottoressa risponde:

Cara signora e cari lettori della posta del cueuro,

E’ sempre bello quando si possono ampliare gli orizzonti dell’esistenza. Tutti sappiamo che gli amministratori delegati sono creature che nascono con poche funzioni ben definite: annuire, far finta di leggere, stare a telefono, fare la faccia pensierosa, aprire e chiudere il giornale, guardare dalla finestra, prendere il caffè. Ma nessuno di noi sospettava che potessero avere anche una funzione amorosa, ed ecco: la sig.ra Couer d’Artichaut invece l’ha scoperta.

Come risolvere il problema della mancanza di cueuro: poichè il cuore di carciofo è un cuore innamorevole, pieno, ricco di molti strati e anche di insetti, se ne può facilmente distaccare una parte e impiantarlo nello sterno dell’Amm. Del. in tarda primavera o all’inzio dell’autunno, ove attecchirà perfettamente fino a maturazione.  Tale distacco farà bene anche al cueur d’articheur della signora, che ringiovanirà e darà nuove gemme.

Se tutti continuassero a odiarlo, si provveda a impiantare un cueur d’artichaut nel cueuro di ognuno, e contestualmente l’Amm. Del. provveda a elargire munificenze immotivate a chiunque. L’odio dovrebbe scomparire presto.

Al rivedere a entrambi!

Le parole per dirlo

Solo noi che abbiamo provato il vero ameuro del cueuro, sappiamo quanto possa essere difficile trovare le parole giuste per sedurre.
Ecco un esempio semplice ma molto efficace da cui prendere spunto!

Ciao,
Il mio nome è favorevole io sono alto, di bell’aspetto,
figura perfetta del corpo e sexy. Ho visto il tuo profilo e sono rimasto sorpreso di
contattarti, spero che sarà il vero amore persona, onesto e premuroso
che ho cercato, e ho qualcosa di speciale da dire
su di me, quindi vi prego di contattarmi direttamente tramite il mio indirizzo di posta elettronica
in modo che posso anche inviare le mie foto direttamente a voi
grazie tuo amico favore mabou oneil.

maledetta timidezza